Crea sito

Fatehpur Sikri, l’ennesima capitale abbandonata

Dopo Angkor ex capitale Kmer, in Cambogia, posso aggiungere anche Fatehpur Sikri, ex capitale Moghul in India, nell’elenco delle Capitali Abbandonate.

Fatehpur Sikri si trova nello stato dell’Uttar Pradesh, a circa 40 chilometri da Agra. È stata fondata nel 1569 dall’imperatore Moghul Akbar ed è stata capitale dell’impero dal 1571 al 1585, prima di essere abbandonata in favore di Lahore (oggi in Pakistan) prima e di Agra poi. Il perché è presto detto.

L’area di Fatehpur Sikri si caratterizzava per una costante scarsità d’acqua, un problema che si sommava alle periodiche rivolte delle popolazioni delle regioni confinanti con conseguente pericolo per la sicurezza della città. Fu così che, pochi mesi dopo essere stata completata, Fatehpur Sikri venne abbandonata dall’imperatore e scivolò lentamente nell’oblio della storia.

Insomma…un destino (anche per quanto riguarda il probabile motivo dell’abbandono), molto simile alla prima citata Angkor.

Fatehpur Sikri

La città rifletteva il raffinato gusto personale di Akbar per la progettazione e l’urbanistica. Secondo la visione dell’imperatore, Fatehpur Sikri intendeva far rivivere la grandiosità e lo splendore dell’architettura persiana: una Persepoli rivista in chiave indiana.

Situata su una ripida collina di roccia, Fatehpur Sikri è circondata da un imponente perimetro di mura di difesa, con diverse porte d’accesso lungo i tre lati principali. Gli edifici, costruiti in pietra e terra rossa, sono caratterizzati da un mix tra architettura islamica, suggestioni induiste e jainiste.
Dalla strada principale spicca una delle costruzioni simbolo di Fetehpur Sikri, la moschea Buland Darwaza, che con i suoi 50 metri di altezza accoglie il visitatore dall’alto del suo splendore.

Fatehpur Sikri

A poca distanza si erge la Jama Masjid, moschea dal tipico gusto indiano che fu tra i primi edifici a essere stati completati. Nel cortile interno si può inoltre ammirare la tomba del santo sufi Salim Chisti, interamente in marmo bianco.
Passeggiare tra gli eleganti palazzi della città imperiale perfettamente conservati è un piacere che da solo vale un viaggio, così come curiosare tra le bancarelle delle strette vie del bazar nella città moderna, dove il canto del muezzin si unisce ai rumori della vita quotidiana.

Oggi abitata solo da scimmie dispettose, Fatehpur Sikri si presenta ancora come l’elegante, seppur sfortunata, capitale dell’impero moghul.

By http://sarainviaggio.altervista.org/

sarainviaggio

Sono nata e vivo a Genova. Amo i viaggi e sono nata per viaggiare. Mi piace scoprire, imparare, assaggiare, vivere esperienze da ogni parte del Mondo. Ho avuto la fortuna di toccare tutti i 5 continenti e di visitare diversi Stati del Mondo (alcuni anche più volte). Voglio continuare ancora, a lungo e, soprattutto, con mio marito e, virtualmente, con tutti voi che mi seguirete su questo blog.