Come si immortala l’Aurora Boreale? Ecco i nostri consigli

Dopo che vi abbiamo detto dove e quando e dopo avervi suggerito come avvalersi della tecnologia per darle la caccia, in questo nuovo reportage vi suggeriamo, da fotografi non professionisti, cosa fare per fotografarla. Comunque vada godetevi le danze!

E già…perché l’Aurora si può anche immortalare, ma non sarà mai come dal vivo. Del resto è così per tutti gli spettacoli e gli scenari che Madre Natura ci regala.

Per prima cosa, la messa a fuoco deve essere impostata su manuale. Il bordo sinistro della linea di infinito è il posto giusto per iniziare, per poi procedere con gli aggiustamenti dopo aver scattato le prime immagini.

La fotocamera deve essere impostata su manuale ed è necessario scegliere un’ISO 800 o anche più alta. Per effettuare ogni aggiustamento ricordate che l’immagine apparirà necessariamente più brillante sul display della fotocamera in una notte buia rispetto a quanto lo apparirà sullo schermo del vostro pc.

Infine, per fotografare di notte e per ottenere buoni scatti dell’aurora boreale è essenziale avere un trepiedi anche economico.

Mi raccomando! Armatevi di calma, pazienza, non affrettare il tempo di apertura, cercare di non far congelare le dita (quest’ultima cosa non è facile lo so).

Io mi sono aiutata un po’ anche utilizzando un programma della mia macchina fotografica che si usa per immortalare gli spettacoli pirotecnici.

Quando scaricate la foto sul pc cercate di aiutarvi anche con qualche programma che vi permetta di far risaltare ancora di più luminosità e colori che sullo schermo del computer si spengono un po’.

A questo punto potete rileggervi i nostri reportage legati all’Aurora Boreale e poi iniziare la caccia.

Buona Fortuna!

By http://sarainviaggio.altervista.org/

 

La "dispensa" del viaggiatore

Informazioni su sarainviaggio

Sono nata e vivo a Genova. Amo i viaggi e sono nata per viaggiare. Mi piace scoprire, imparare, assaggiare, vivere esperienze da ogni parte del Mondo. Ho avuto la fortuna di toccare tutti i 5 continenti e di visitare diversi Stati del Mondo (alcuni anche più volte). Voglio continuare ancora, a lungo e, soprattutto, con mio marito e, virtualmente, con tutti voi che mi seguirete su questo blog. Grazie a chi metterà un Mi Piace, tra i membri di Facebook, alla mia pagina di viaggi!

Precedente Montecatini nelle vacanze natalizie: Babbo Natale e le Terme Successivo Le Isole Daymaniyat, davvero una bella scoperta!

Lascia un commento

*