Al di là dei nostri Monti: le suggestive Gole del Verdon


Reportage dall'Europa / domenica, settembre 3rd, 2017

Ok, lo ammetto, non saranno il Grand Canyon con il fiume Colorado e neppure il Blyde River Canyon, ma sono davvero belle e molto più vicine di USA e Repubblica Sudafricana. Le profonde gole del fiume Verdon, infatti, spaccano la terra per 25 chilometri creando il canyon più impressionante d’Europa, grazie alle sue pareti a strapiombo sul fiume verde smeraldo alte fino a 1500 metri, immerse in una natura lussureggiante e rigogliosa. L’omonimo fiume nasce presso Barcelonette nelle Alpi dell’Alta Provenza e si tuffa nello splendido lago artificiale di Sainte Croix . Durante questo viaggio, scavando la roccia, dà vita ad uno scenario incredibile, costituito da pareti scoscese, alte fino a settecento metri con punti dove in inverno non batte mai il sole.

Le strade che costeggiano le gole offrono paesaggi davvero mozzafiato, splendidi percorsi da fare a piedi e meravigliosi villaggi arroccati che sapranno incantare i visitatori. Personalmente, tra questi ultimi, vi consiglio di fermarvi a Gordes. Arrivando dalla strada principale questo villaggio si mostrerà in tutta la sua bellezza a strapiombo sul vuoto: a mezzogiorno risplende di un candido biancore che abbaglia mentre al tramonto luccica di color oro, ambra e ruggine…assolutamente spettacolare. Se, poi avete tempo, anche a Saint Paul de Vence. Questo piccolo villaggio, stretto fra le mura ancora perfettamente conservate, conserva un fascino senza tempo.

Io ho fatto queste visite a settembre del 2013 e l’atmosfera autunnale conferiva alla Provenza un certo fascino, nonché pace e tranquillità ovunque.

Per raggiungere la Provenza dall’Italia, in auto, la via di accesso più facile e comoda è l’autostrada A10  Genova-Ventimiglia che una volta superato il confine diventa A8 francese. Nel periodo estivo però si rischia il pericolo code e rallentamenti a causa delle grandi masse di turisti che si muovono in auto lungo la riviera ligure e proprio verso la Francia. Idem anche nei Ponti e sotto le Feste dell’Immacolata, Natale e Pasqua. Meglio un qualunque altro periodo o weekend.

By http://sarainviaggio.altervista.org/