Patagonia e Terra del Fuoco, tra Argentina e Cile

Inverno 2007/08 in Argentina, stessa stagione (perché nel Sud del Mondo corrisponde all’estate australe), ma tre anni dopo, eccoci in Cile!  I paragoni sono inevitabili ed il divario tra le due Nazioni, sul fronte turistico, è enorme. In Argentina fai il giro sul lago ghiacciato con imbarcazioni veloci e percorri le strade tranquillamente, con mezzi all’avanguardia. In Cile ci metti tre ore a raggiungere via mare un ghiacciaio e, se buchi una ruota, per altro già molto consumata, del fuoristrada, ti accorgi che quella di scorta è in condizioni peggiori e te ne devono portare una nuova dalla cittadina più vicina. Questo perché, a detta dei cileni, si fa poco per agevolare il turismo mentre i vicini sono avanti anni luce da tempo. E in effetti… Tuttavia, sia Patagonia che Terra del Fuoco, lasciano a bocca aperta sia da una parte che dall’altra.

I simpatici e curiosi Pinguini di Magellano (Punta Tombo - Patagonia Argentina)
I simpatici e curiosi Pinguini di Magellano (Punta Tombo – Patagonia Argentina)

Sono assai diverse e già forse qualcuno lo avrà capito dal momento in cui ho localizzato i ghiacciai della Patagonia Argentina sul lago e quelli della Stessa Regione Cilena sul mare (ma ce ne sono anche qui in acque dolci). Il famoso Perito Moreno e i suoi cugini, altrettanto belli, si trovano sul Lago Argentino. Tuttavia, la visione migliore del Perito Moreno si ha dalle passerelle che affiancano il ghiacciaio e si percorrono a piedi. Bisogna ogni tanto fermarsi ad ascoltarlo in silenzio perché il ghiaccio scricchiola, come se sussurrasse qualcosa e in effetti a volte ti dice “ora mi libero di qualche pezzo”, ed ecco che il sussurro si trasforma in un boato e poi in un tonfo sordo per l’impatto del ghiaccio che si stacca finendo in acqua. Anche gli altri comunque non scherzano e il ghiaccio, staccandosi, o forma iceberg o onde piuttosto alte, tanto che le imbarcazioni, hanno l’obbligo di stare ad almeno 300 metri di distanza dai ghiacciai, sia in Argentina che in Cile.

Il Ghiacciaio Perito Moreno (Patagonia Argentina)
Il Ghiacciaio Perito Moreno (Patagonia Argentina)

Se poi nella Patagonia Argentina puoi camminare lungo i sentieri della brulla Penisola di Valdes in mezzo ai leoni marini e, a Punta Tombo, tra i simpatici pinguini di Magellano, in quella Cilena puoi fare escursioni, tra vigogne, guanachi e volpi, nello splendido scenario del Parco Nazionale delle Torri del Paine (molto simili alle nostre Dolomiti).

Il Parco Nazionale delle Torri del Paine (Patagonia Cilena)
Il Parco Nazionale delle Torri del Paine (Patagonia Cilena)

All’ingresso del Parco, fermatevi a visitare la Grotta del Milodonte, interessante non solo perché luogo di ritrovamento dei resti di questo strano animale preistorico, ma anche perché vi sono stati trovati anche qui, reperti risalenti all’uomo primitivo. Punto di partenza, la località di Puerto Natales, sul fiordo Ultima Esperanza (navigatelo e vedrete il ghiacciaio omonimo ed altri ghiacciai spettacoli, oltre a tanta fauna marina locale). Per quanto riguarda la Terra del Fuoco, indubbiamente meglio la parte argentina con Ushuaia ed il Canale di Beagle (vi consigliamo la navigazione anche qui) con le sue isolette. Inoltre, sempre da Ushuaia, si può visitare l’adiacente Parque National Tierra del Fuego, interessante per la ricca vegetazione di faggi australi e per la fauna che va dalle locali oche di montagna (Kaiken) ai castori nordamericani che, con le loro dighe, hanno modificato l’idrografia di intere zone. Il parco è una sottile striscia di territorio delimitata dalle montagne, dal confine cileno e, a sud, dal Canale di Beagle. Tuttavia anche Punta Arenas, in Cile, è una cittadina da visitare almeno all’arrivo (ci si atterra da Santiago per prendere la lunga strada verso la Patagonia).

Monumento a Punta Arenas (Terra del Fuoco Cilena)
Monumento a Punta Arenas (Terra del Fuoco Cilena)

Trattasi del centro abitato più grande e forse l’unico che possa essere chiamato città in queste zone così a Sud del Mondo. Comunque, differenze a parte, una cosa accomuna Patagonia Argentina e Cilena così come la rispettiva Terra del fuoco, e cioè la bellezza della natura, vera, selvaggia, incontaminata e, ancora una volta, potente, signora assoluta, dominatrice di questi territori estesi e magnifici.

By http://sarainviaggio.altervista.org

 

Reportage dall'America

Informazioni su sarainviaggio

Sono nata e vivo a Genova. Amo i viaggi e sono nata per viaggiare. Mi piace scoprire, imparare, assaggiare, vivere esperienze da ogni parte del Mondo. Ho avuto la fortuna di toccare tutti i 5 continenti e di visitare diversi Stati del Mondo (alcuni anche più volte). Voglio continuare ancora, a lungo e, soprattutto, con mio marito e, virtualmente, con tutti voi che mi seguirete su questo blog. Grazie a chi metterà un Mi Piace, tra i membri di Facebook, alla mia pagina di viaggi!

Precedente Scenari da film Hollywoodiano! Quando la Natura dà una mano allo spettacolo (l'Oceania) Successivo Itinerari di viaggio: la Turchia, Nazione e Ponte tra Europa e Asia