Crea sito

Benvenuti a Madrid, la capitale di Spagna!

Madrid è la capitale della Spagna ed anche la città più grande. Il fatto che Madrid non possegga edifici di epoca medievale – non fu capitale fino al 1562 – è più che compensato da alcuni dei più bei musei del mondo, la vita notturna più pazza d’Europa e molti quartieri unici.

L’Orso Iberico, ormai scomparso, è il simbolo di Madrid

Per quanto riguarda la vita notturna, Madrid è la capitale della Spagna politicamente, ma anche per la sua strabiliante vita notturna. La gente esce soprattutto il fine settimana, ma anche durante tutte le altre serate è facile vedere i bar e le discoteche piene di giovani. Una vera serata fuori casa (“salir”) dura come minimo fino alle 6 di mattina. Anche se New York ha il titolo di città che non dorme mai, sicuramente Madrid non è da meno.

La notte a Madrid si illumina e dà spettacolo

I tre super musei di Madrid – il Prado, la Reina Sofia e il Thyssen – sono situati tutti nel viale “Paseo del Arte.” Al loro interno si trovano esposti molti capolavori di El Greco, Goya, Velazquez, Picasso, Dalí e Miró per menzionare solo gli artisti spagnoli. All’uscita del Prado, dopo una leggera salita, ci si trova direttamente nel parco più famoso della città chiamato “El Retiro”.

Plaza Mayor e i Mercatini di Natale

Puerta del Sol è il punto centrale della città ed è il luogo di ritrovo per eccellenza. Partendo da questo punto si arriva alla cosiddetta Madrid degli Asburgo o de “Los Austrias,” che abbraccia la zona del Palazzo reale, la Plaza Mayor, le antiche chiese e le meravigliose piazze con caffè all’aperto e bar di tapas. Ed a proposito… Poche cose possono essere considerate così tanto spagnole come le tapas. Anche se i bar e i ristoranti spagnoli di tapas stanno spuntando a bizzeffe data la loro fama, la Spagna è il luogo dove andare a provare dal vivo queste specialità. È un bel modo di provare i piatti spagnoli e, grazie ai prezzi bassi e alle porzioni piccole, puoi soddisfare sia il tuo palato provando una gran varietà di tapas in un solo bar o andare di locale in locale provando ogni specialità locale.

In più, dato che la capitale è posizionata centralmente rispetto al paese, puoi trovare gustose specialità da tutto il paese – i Paesi Baschi, la Galizia, l’Andalusia, la Catalogna e molto di più!

Il Palazzo Reale

I Churros – fondamentalmente ciambelline dolci fritte – sono un prodotto per fare colazione amatissimo dagli spagnoli…e un gustoso snack per i nottambuli che tornano a casa dopo una nottata passata a divertirsi. Questa deliziosa specialità viene mangiata tipicamente inzuppata in una tazza di spesso cioccolato caldo, e la Chocolatería San Ginés, che serve questo mix dal 1080, è Il posto dove recarsi. Indirizzo: Pasadizo San Ginés, 5 (fuori da Calle Mayor).

Le domeniche e durante le festività, l’area tra Plaza Tirso de Molina e la Glorieta de Embajadores offre il mercato all’aperto più famoso del paese. In varie strade si espongono varie merci ninnoli e cianfrusaglie, da mobili antichi fino a sgargianti magliette. È sempre pieno di gente e successivamente l’area si riempie di madrileni che si godono le ultime birre e tapas prima di tornare a lavoro il lunedì.

Tributo a Cervantes

Visita Madrid durante…

L’autunno (a settembre e a ottobre) è il miglior periodo dell’anno per visitare Madrid, con giorni soleggiati e temperature miti. Gli inverni sono freddi, anche se le temperature raramente scendono sotto lo zero… persino di notte. Le primavere tendono a godere di bel tempo con piogge variabili mentre l’estate, partendo da giugno, sono davvero torride.

Quando pianifichi il tuo viaggio, tieni in mente queste festività – i migliori periodi per visitare Madrid!

MAGGIO: Dos de Mayo e San Isidro
Madrid celebra l’arrivo della primavera con numerosi eventi. In primo luogo la festa del Dos de Mayo, che vuole ricordare il 2 di maggio del 1808 quando avvenne la ribellione dei madrileni contro le truppe di Napoleone. Successivamente le feste di San Isidro il 15 maggio che vogliono ringraziare il santo patrono della città nelle quali si dà vita a spettacoli in strada e a corride di tori.

Plaza de Toros

AGOSTO: Le feste del quartiere
Quando l’estate inizia a farsi sentire numerosi quartieri celebrano i loro patroni con feste locali. I bar servono le bibite in strada soprattutto nei vecchi quartieri di Lavapiés e La Latina.

DICEMBRE: Natale e Capodanno
Madrid si accende durante il Natale e le sue strade e i suoi viali si riempiono di luci e festoni che annunciano l’arrivo delle festività. I passanti invadono la zona della Puerta del Sol e le feste culminano con le celebrazioni oceaniche di capodanno. L’intera nazione si riunisce sotto l’orologio della Puerta del Sol e, seguendo la tradizione, si mangia un acino di uva ogni tocco di campana.

La Cattedrale

Noi ci siamo stati, l’ultima volta, dal 23 al 26 dicembre 2010, quattro giorni intensi durante i quali non ci siamo fatti scappare nulla di quanto consigliato sopra. Una cosa soltanto. Anzi due… Abbiamo trovato un tempo stupendo, freddo, ma con un cielo così terso che tutto sembrava ancora più bello. Tuttavia vi avviso che la sera del 24 dicembre e per tutta la giornata del 25, nulla funziona, neppure i treni, i ristoranti, i mezzi pubblici…nulla. Tutti festeggiano il Natale in famiglia e nelle Chiese. Se si vuole entrare in Cattedrale è bene andarci per tempo e non si può uscire se non a celebrazione terminata. Ne vale davvero la pena! L’atmosfera è quella che da noi, come in altre Nazioni, si è persa nel consumismo legato a cene, pranzi e regali.

By http://sarainviaggio.altervista.org/

 

Author: sarainviaggio

Sono nata e vivo a Genova. Amo i viaggi e sono nata per viaggiare. Mi piace scoprire, imparare, assaggiare, vivere esperienze da ogni parte del Mondo. Ho avuto la fortuna di toccare tutti i 5 continenti e di visitare diversi Stati del Mondo (alcuni anche più volte). Voglio continuare ancora, a lungo e, soprattutto, con mio marito e, virtualmente, con tutti voi che mi seguirete su questo blog. Grazie a chi metterà un Mi Piace, tra i membri di Facebook, alla mia pagina di viaggi!

Share This Post On